© Beppe Brancato
24 Giu

Una selezione di tappeti declinati nei colori caldi dell’autunno

Con lo sguardo sempre rivolto alle proprie origini, negli ultimi anni Golran ha saputo diversificare la propria linea editoriale cercando di coniugare l’artigianato di lusso, la dimensione decorativa e la sensibilità contemporanea. Una scelta che ha reso il tappeto un vettore non solo di mode e gusto, ma anche di raffinatezza tecnica ed elevato comfort estetico, dettato da decori sempre più ricercati e colori molto personali.

Condividere su

I segreti custoditi in un tappeto sono tanti, a partire dalle materie prime utilizzate, dalla manualità e abilità di lavorazione, fino alla colorazione - che solo con la necessaria esperienza riesce a raggiungere livelli apprezzabili di intensità e stabilità.

Spesso dettate dalle suggestioni della natura, le diverse collezioni raccolgono sfumature bilanciate ed eleganti, alternando tonalità di differenti gradazioni. Tra queste, si celano tappeti a tinte calde che variano dal rosso, al rame, all’arancione, alla terracotta, in un intreccio di trame tessute con cotone, lane e seta pregiati a seconda del modello.

Ispirandosi al giardino persiano, India Mahdavi ha realizzato la collezione Garden of Eden, disponibile in due modelli declinati in quattro colori, in omaggio alle stagioni e ai mesi dell’anno. Tra questi, September introduce l’autunno portando i toni caldi dell’arancione nel motivo a foglie regolari che sovrapponendosi gradualmente verso il centro sembrano muoversi allo spirare del vento.

Per l’editore Golran, la designer e artista fiorentina Isabella Sodi ha realizzato due collezioni, Shadows e Memories.
In Shadows, la monocromia del rame è arricchitta dai riflessi della seta che ne animano la semplicità apparente e rendono il modello sofisticato, per adattarsi perfettamente sia agli ambienti più classici che a quelli più contemporanei.

Grazie a una personale interpretazione del tappeto, la collezione Memories sembra essere sospesa fra passato e futuro, in un incontro tra la maestria dei tessitori nepalesi, le colorazioni e i materiali pregiati che creano effetti inaspettati. Prendono così forma pezzi originali e unici, che nelle sfumature vivaci della terracotta in Topkapj e del rame in Firuzabad raccolgono tutte le nuance e le suggestioni della natura.

Una declinazione, quella dei toni caldi, che si ritrova infine nella collezione Meteo della designer francese Inga Sempé con Tumulte Red. Qui, l’effetto sfumato della trama rivela un disegno geometrico, in un’alternanza di fili colorati in lana e seta quasi a comporre un mosaico che nasconde una lavorazione artigianale estremamente complessa ed elaborata.